Registrati
Errore
  • Can't create file /web/htdocs/www.accademiabonifaciana.eu/home/images/thumbnails/immagini/foto home/DSCN2354a-0x0.jpg. Change the permissions for folder /web/htdocs/www.accademiabonifaciana.eu/home/images/thumbnails/immagini/foto home to 777.
PER UNA CULTURA DELLA PACE PDF Stampa E-mail

La nascita dell’Associazione Culturale Onlus denominata “Accademia Bonifaciana”, che ha sede presso il Palazzo Papale di Bonifacio VIII, per gentile concessione della Congregazione delle Suore Cistercensi della Carità, che in quella sede hanno la Casa Generalizia ed il Premio Nazionale ed Internazionale “Bonifacio VIII” coincidono con il settecentesimo anniversario del famoso episodio, passato alla storia, come “Lo schiaffo di Anagni”, (7 settembre 1303) aventi come protagonisti il Pontefice anagnino Bonifacio VIII, ideatore del Primo Anno Santo della storia della Chiesa (1300) e della morte dello stesso Papa (11ottobre 1303).


Gli eventi del lontano 1303, dallo “schiaffo di Anagni” alla morte del Pontefice Anagnino verificatasi l’11 ottobre di quell’anno, sono divenuti l’occasione a distanza di sette secoli, per realizzare un progetto unico nel suo genere.
Il Premio Bonifacio VIII, ha come scopo fondamentale quello di promuovere i valori della pace e della convivenza tra i popoli, secondo l’esempio della perdonanza bonifaciana e in considerazione del fatto che Papa Bonifacio VIII ha donato all’umanità, con il primo Giubileo del 1300, un’occasione straordinaria di riflessione spirituale e di conciliazione.
È su questi fondamenti che l’Accademia, fondata e presieduta dal Cav Dott. Sante De Angelis, Postulatore delle Cause dei Santi in Vaticano e Giornalista nativo e residente ad Anagni, cuore della Ciociaria, ha ritenuto importante riconoscere e premiare l’impegno ed il valore assoluto di quelle figure che hanno tracciato la storia dei nostri tempi.
Il premio assegnato nel 2003 al Sommo Pontefice Giovanni Paolo II, di felice memoria, in qualità di artefice ed araldo della pace nel mondo, ne è un altissimo esempio. Come auspicato dal Santo Padre, in occasione della consegna del Premio, l’obiettivo dell’Accademia Bonifaciana è quello di: “contribuire con ogni utile iniziativa alla costruzione di un mondo più giusto e fraterno, nella promozione degli autentici valori umani e cristiani, affinché il “Bonifacio” diventi il segno nel mondo di una vera cultura della pace ed un momento insostituibile e di grande prestigio di promozione del nostro territorio”. “L’Accademia, ha ideato questo Premio unico nel suo genere - ci ha spiegato il Presidente De Angelis - perché tiene in considerazione la perdonanza bonifaciana e l’attuale periodo che stiamo vivendo, dove la Pace in alcuni punti del mondo è ancora un’utopia. Per questo ci sentiamo di dare rilievo e valore ad una cultura che sia sempre rivolta alla Pace, tanto è vero che il 1° ottobre 2003, il primo riconoscimento fu consegnato, dal sottoscritto, accompagnato dall’Autore della scultura, il maestro Egidio Ambrosetti, sopra tutti al nostro Sommo Pontefice Giovanni Paolo II, artefice e araldo della Pace nel mondo, nonché tra l’altro, cittadino Onorario di Anagni dal 31 agosto 1986”.
L’ Istituzione Bonifaciana - Onlus, opera in due settori specifici: cultura e spiritualità, è nata per diffondere e valorizzare l’insegnamento di Papa Bonifacio VIII, l’Accademia non persegue fini di lucro e si propone con i seguenti scopi: promuovere la conservazione, la valorizzazione e il recupero dei beni religiosi, culturali, architettonici, artistici, storici della Città di Anagni e istituire annualmente il Premio Internazionale Bonifacio VIII, – Anagni, da consegnarsi a personaggi autorevoli nazionali ed internazionali, che si siano distinti nei loro rispettivi campi per professionalità, impegno e promozione della dignità della persona umana.
Da ricordare, inoltre, che è impe­gnata in numerose attività con scopi prettamente sociali  tra cui le adozioni complete e scolastiche a distanza ed organizza corsi di aggiornamento per laici impegnati, dibattiti su temi di “vita”: la famiglia, la salute, la situazione internazionale, la solidarietà, lo sport, ecc; l’Accademia, cura anche l’edizione della rivista “Il Bonifacio”, il mensile che si propone di far conoscere a tutti la personalità e la spiritualità di Papa Bonifacio VIII, nonché le varie iniziative che nel corso dell’anno vengono realizzate. La Bonifaciana, espleta anche un’attività umanitaria e benefica in Italia e all’Estero e collabora per il reperimento dei medicinali con la Missione Multinazionale Unifil (United Nations Interim Force in Lebanon) presenti in Libano.
Tutte le manifestazioni indette dall’Accademia Bonifaciana ed in particolare la cerimonia del Conferimento del “Bonifacio”, hanno goduto sempre dei Patrocini delle più alte Istituzioni: Targa in Argento conferita dal Presidente della Repubblica, Parlamento Europeo – Ufficio per l’Italia, Pontificio Consiglio per l’Unità dei Cristiani, Pontificio Consiglio della Cultura, Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, Pontificio Consiglio della Giustizia e la Pace, Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari, Pontificia Accademia per la Vita, Congregazione per l’Educazione Cattolica, Congregazione delle Cause dei Santi, Archivio e Biblioteca Apostolica Vaticana, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Regione Lazio, Consiglio Regionale del Lazio,  Prefettura di Frosinone, Amministrazione Provinciale di Frosinone,  Azienda Provinciale del Turismo di Frosinone, Camera di Commercio, Industria e Artigianato di Frosinone, XII Comunità Montana “Monti Ernici”, Comune di Anagni e di Fiuggi.

L’attuale Comitato Scientifico è presieduto  da S. Em. il Card. Paul Poupard, il Segretario dell’Accademia Bonifaciana e del Premio è il sig. Mauro Camicia, il Presiedente Onorario è S.E. mons. Lorenzo Loppa, Vescovo di Anagni-Alatri, Consulente Morale ed Ecclesiastico Mons. Valentino Miserachs Grau, Preside del Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma, il Presidente della Giuria è don Santino Spartà ed il Direttore Artistico è il prof. Cesare Marinacci, Autore tra l’altro dell’Inno dell’Accademia “Fede Scienza e Virtù”, ispirato ad alcuni versi del poeta Giuseppe Cerasaro.


Tra gli insigniti delle Edizioni precedenti, (oltre al grande Papa Giovanni Paolo II, già citato) celebrate a Fiuggi e ad Anagni hanno visto alternarsi a ritirare il premio Eminenti personaggi della Chiesa, tra cui possiamo ricordare gli Eminentissimi Cardinali Josè Saraiva Martins, Jorge Mejia, Andrzej Maria Deskur, Jean-Louis Tauran, Zenon Grocholewski, Renato Raffaele Martino, Javier Lozano Barragan, Paul Poupard, Achille Silvestrini, Jorge Medina Estevez, Crescenzio Sepe, Angelo Comastri, Angelo Scola, Walter Kasper, Ersilio Tonini, Giovanni Lajolo, l’Esarca don Pierino Gelmini, i presuli Mons. Elio Sgreccia, Luigi Belloli, Lino Fumagalli, John Magee, fra John Corriveau; della società civile, politica, militare e scientifica (tra cui i Presidenti emeriti della Repubblica  Oscar Luigi Scalfaro e Carlo Azeglio Ciampi, il Premio Nobel Rita Levi Montalcini ed il Senatore Giulio Andreotti, il Senatore Nicola Mancino, l’Europarlamentare On. Antonio Tajani, l’On. Irene Pivetti, l’On. Gianni Letta, il Senatore Mario Baccini, l’Ambasciatore Micheal Tabung Kima, il dott. Guido Bertolaso, il dott. Giovanni Micali,  l’astronauta Umberto Guidoni, il Gen. Div. Giovanni Marizza, l’Ammiraglio Guido Venturosi, il Comando Onu Unifil, il Gen. Div. Claudio Graziano), della cultura (l’Università La Sapienza di Roma, l’Università Regina Apostolorum ed Europea di Roma, il prof. dott. Renato Guarini, il dott. Paolo Gambescia, ecc…), dello spettacolo e così via.  Privilegio assoluto dell’Accademia è la concessione annuale per l’esposizione speciale della Bulla Indulgentiarum di Bonifacio VIII ed il Corteo Storico che ne evoca le complicazioni civili e religiose, che sono ormai l’atteso appuntamento per la popolazione anagnina e non solo. Il Presidente Sante De Angelis, così presenta l’iniziativa: “L’esposizione della Bulla ed il Corteo storico servono per rivivere eventi lontani da rapportare al nostro presente perché siano vivi ed operanti quei valori di concordia, di pace e di affiato umano e religiosi insiti nel prezioso documento che, per antica convenzione, è conservato nell’Archivio della Diocesi dei Marsi e che costituisce una delle sincrone concessioni papali del I Giubileo esistente nell’area della cattolicità. Per gentile concessione dell’Eccellentissimo Vescovo della Diocesi di Avezzano mons. Pietro Santoro e delle Autorità Religiose e Civili del Comune di Cerchio, questo documento storico, potrà essere ammirato ogni anno nella Città dei Papi, luogo natale di Papa Bonifacio VIII. La corale partecipazione alla rievocazione di un evento eccezionale e particolarmente significativo, è l’occasione per prendere coscienza della condizione dell’uomo del nostro tempo e per correlare il diffuso sentimento di pace, di tolleranza, di armonia tra nazioni e popoli, al messaggio della reciproca comprensione e della indulgenza che la Bulla di Bonifacio VIII indicava con alta solennità”. Con il Conferimento del “Bonifacio VIII” e con tutte le altre iniziative connesse, l’Accademia Bonifaciana, continua con l’impegno culturale e sociale che da sempre la contraddistingue, pur tra le difficoltà che incontrano le attività di questo tipo nel panorama odierno e persegue costantemente l´idea che attraverso l´arte e la cultura il sentimento estetico si trasformi in coscienza etica ed in definitiva che il promuovere la cultura, nelle sue forme più alte e riconosciute, si trasformi sempre in un contributo alla crescita civile. Grazie a questi eventi, Anagni si propone di volta in volta  come centro di pace e si riscopre città animata dalla voglia di rappresentare con orgoglio la propria storia, forte di un presente ricco di significato culturale.

 

Condividi
 

Foto Gallery

News

IL PRESIDENTE DELLA CORTE COSTITUZIONALE GIORGIO LATTANZI AD ANAGNI PER RICEVERE IL PREMIO INTERNAZIONALE BONIFACIO VIII

“Ritornando dopo parecchi anni ad Anagni, l’ho trovata sempre più bella ed interessante per i ricordi di Bonifacio VIII e poi naturalmente per i suoi monumenti… Inutile dire che ritornerò presto!”. Così, il Presidente della Corte Costituzionale Giorgio Lattanzi, lasciò scritto nell’albo d’oro dei visitatori della Accademia Bonifaciana di Anagni, lo scorso 14 settembre, quando, in forma privata, accolto dal Rettore Presidente Sante De Angelis, visitò la sede in Via Leone XIII, la Basilica Cattedrale e il Palazzo Papale.

Condividi
Leggi tutto...
un_lasapienza_roma

universitacassino_fr

150 anni unita_italia

stato maggiore difesa_italiana

stato maggiore della difesa

ordinariato Militare_Italia

ordine_costantiniano

unifil

operaPadrePio

 

istituto

la Nostra Sede

L'Accademia Bonifaciana, ha sede presso il palazzo di Bonifacio VIII di Anagni, da tre secoli custodito dalle Suore Cistercensi della Carità, venne edificato nel XII secolo e in origine appartenne alla famiglia dei Conti. Fu abitato da Papa Gregorio IX (Ugolino Conti) che il pri­mo settembre 1230 vi ospitò Federico II...  Leggi articolo

Copyright © 2020. www.accademiabonifaciana.eu. Designed by A. Raggi

Box

Registrati

*
*
*
*
*

Fields marked with an asterisk (*) are required.