Registrati
Card. Javier Lozano Barragan PDF Stampa E-mail

Premio Internazionale Bonifacio VIII

IV Edizione 2006

BIOGRAFIA:
DSCN0870
Presidente del Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari (per la Pastorale della Salute), Arcivesco-Vescovo emerito di Zacatecas (Messico), è nato il 26 gennaio 1933 a Toluca, in Messico. Nella Basilica della Vergine di Guadalupe ha ricevuto per la prima volta Gesù Sacramentato; nella stessa Basilica è stato ordinato Vescovo il 15 agosto 1979, e qui ha scelto di celebrare la sua prima Santa Messa come Cardinale. Messicano da generazioni, è erede della fede di un popolo, purificata nel crogiolo delle prove e delle persecuzioni. Nel Seminario diocesano di Zamora, nel Michoacán, ha ricevuto la formazione sacerdotale di base. Tra il 1954 e il 1958 ha conseguito la Laurea e il Dottorato in Teologia Dogmatica presso la Pontificia Università Gregoriana. Dopo l'ordinazione sacerdotale, avvenuta il 30 ottobre 1955, è stato docente di Teologia Dogmatica, di Storia della Filosofia nel Seminario diocesano, e Maestro di Pedagogia presso le scuole magistrali. Dal 1973 al 1975 è stato Presidente della Società Teologica Messicana. Dal 1977 al 1979 è stato chiamato a servire la Chiesa in America Latina come Direttore dell'Istituto Teologico Pastorale del CELAM. Partecipando alla Conferenza Episcopale di Puebla nel 1979, si è distinto come teologo.

Il 5 giugno 1979 è stato eletto alla Chiesa titolare di Tinisa di Numidia ed ha ricevuto l'ordinazione episcopale il successivo 15 agosto. È stato Fondatore della Pontificia Università del Messico, responsabile accademico presso la Santa Sede e Membro del Consiglio Superiore del medesimo ateneo dal 1982 al 1985. La sua partecipazione a numerosi Sinodi dei Vescovi gli ha offerto una grande esperienza, che egli ha saputo applicare prima nel servizio episcopale nella sua Chiesa particolare, poi in quello alla Curia Romana. Durante il Sinodo sulla famiglia (1980) è stato Segretario Speciale. Dal 1979 al 1984 ha esercitato il suo episcopato nell'Arcidiocesi di México, nel terzo vicariato episcopale. È stato poi Vescovo della Diocesi di Zacatecas dal 1985 al 1997 (nominato il 28 ottobre 1984). Qui si è impegnato per dare nuovo impulso e per riorganizzare la Diocesi secondo le esigenze dei tempi attuali. Ha dimostrato il suo affetto per questa Chiesa diocesana svolgendo una vita pastorale attiva e, soprattutto, promuovendo il rinnovamento del clero, le strutture diocesane e il dialogo con la cultura. Nel 1988 è divenuto Membro del Pontificio Consiglio per il dialogo con i non credenti, diventato poi Pontificio Consiglio della Cultura. Nel 1989 è divenuto Membro della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli. Nel 1997 è stato nominato Consigliere della Pontificia Commissione per l'America Latina. Nel CELAM, dal 1986 al 1991 è stato Presidente del Dipartimento per l'Educazione e, dal 1995 al 1997, Presidente del Dipartimento per l'Economia. Nel gennaio del 2000 è divenuto Membro della Congregazione per i Vescovi. Come Vescovo, nel suo Paese ha dovuto vivere momenti di freddezza tra i responsabili del Governo civile e della Chiesa. Ha sostenuto con forza il riconoscimento giuridico della Chiesa in Messico, che solo poco tempo prima pareva impensabile. Il 20 agosto 1996 è stato nominato da Giovanni Paolo II Presidente del Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari (per la Pastorale della Salute). Svolge questo incarico presso la Curia Romana da gennaio del 1997, quando ha ricevuto il titolo personale di Arcivescovo.

Da Giovanni Paolo II creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 21 ottobre 2003, Diacono di S. Michele Arcangelo.
È Membro:

*
delle Congregazioni: per i Vescovi, per l'Evangelizzazione dei Popoli, delle Cause dei Santi;
*
della Pontificia Commissione per l'America Latina;
*
del Pontificio Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali



DISCORSO:

Ringraziamento del Card. Javier Lozano Barragan,
Presidente del Pontificio Consiglio per la Pastorale della Salute, dopo aver ricevuto il Premio Internazionale Bonifacio VIII
“Questa Accademia Bonifaciana…
si impegna ad evitare ulteriori schiaffi
ed a promuovere la pace nel mondo…”

Per me e per il Pontificio Consiglio per la Pastorale della Salute è un grande onore essere stato scelto per ricevere il Premio Internazionale Bonifacio VIII, come simbolo molto attuale della auspicata pace nel mondo, tenendo conto della perdonanza bonifaciana, dopo il così detto “Schiaffo di Anagni”. Ringrazio particolarmente il Cav. Dott. Sante De Angelis, Presidente della Accademia Bonifaciana. Saluto cordialmente Sua Eccellenza Mons. Lorenzo Loppa, Vescovo di Anagni-Alatri ed il Dott. Carlo Noto, Sindaco della Città di Anagni. Le alte intenzioni dell’Accademia Bonifaciana si intrecciano veramente con il nostro compito nel Dicastero pontificio della Pastorale della Salute. Già il compianto Papa Giovanni Paolo II aveva definito la salute nei termini dell’armonia, cioè della pace. Infatti, Giovani Paolo II nel Messaggio per la Giornata Mondiale del Malato, nell’Anno giubilare deI 2000 (che ci fa ricordare il primo anno santo del 1300, ideato da Bonifacio VIII), affermava che la salute consiste proprio nella tendenza verso l’armonia fisica, psichica, sociale e spirituale, e non soltanto l’assenza di malattie. Quest’armonia, alla quale si aspira, è proprio la pace, che già Sant’Agostino definiva come “tranquilitas in ordine”. Un ordine integrale: fisico, psichico, sociale e spirituale. Da questo ordine nasce la vera tranquillità, la vera pace. Partendo dall’armonia e dalla pace, arriviamo ad una meravigliosa coincidenza con l’autentica salute. Anche oggi si parla di ordine, ma tante volte si tratta di un ordine che è piuttosto un disordine, perché non si fonda nella piena armonia fisica, psichica, sociale, spirituale; ma negli interessi egoistici di singole persone, o tante volte di gruppi di potere, nazionali o privati, nel definito nuovo ordine economico, ovvero politico; cercano di legittimarsi formalmente, non per l’oggettività armonica, ma per un certo consenso, tante volte manipolato, della maggioranza. Questa pratica e nozione di ordine erano già ben note anche a Bonifacio VIII, a tal punto che, nel complesso panorama politico dell’epoca, sboccò nel famoso “schiaffo”. Mi attira l’attenzione come i cittadini dell’Anagni di allora abbiano reagito contro questo disordine, cancellando in qualche maniera lo schiaffo (che pare piuttosto sia consistito in ingiuriose parole di Sciarra Colonna e di Nogaret, e nell’aver messo in prigione il Pontefice), riscattando dalla prigionia il Papa e facendo fuggire i briganti. Questa Accademia Bonifaciana, prolungando l’azione dei suoi antenati, si impegna ad evitare ulteriori schiaffi ed a promuovere la pace nel mondo. Fine magnifico, del quale siamo particolarmente grati perché coincide pienamente con lo scopo del nostro Pontificio Consiglio per la Pastorale della Salute.

Grazie infinite alla benemerita Accademia Bonifaciana per questa insigne onorificenza.

 

Condividi
 

Vita Accademica

Il Presidente della Bonifaciana, Cav. De Angelis: “Salvaguardare la famiglia fondata sul matrimonio”

In una nota, l' Accademia Bonifaciana esprime il proprio sostegno al Family Day e a tutte le iniziative in favore della famiglia. Anche l' Accademia Bonifaciana esprime il suo appoggio e incoraggiamento al Family Day del prossimo 30 gennaio, al Circo Massimo, e a “tutte quelle iniziative che intendono offrire un contributo sereno e costruttivo al bene comune del nostro Paese”.

Condividi
Leggi tutto...
un_lasapienza_roma

universitacassino_fr

150 anni unita_italia

stato maggiore difesa_italiana

stato maggiore della difesa

ordinariato Militare_Italia

ordine_costantiniano

unifil

operaPadrePio

 

istituto

la Nostra Sede

L'Accademia Bonifaciana, ha sede presso il palazzo di Bonifacio VIII di Anagni, da tre secoli custodito dalle Suore Cistercensi della Carità, venne edificato nel XII secolo e in origine appartenne alla famiglia dei Conti. Fu abitato da Papa Gregorio IX (Ugolino Conti) che il pri­mo settembre 1230 vi ospitò Federico II...  Leggi articolo

Copyright © 2017. www.accademiabonifaciana.eu. Designed by A. Raggi

Box

Registrati

*
*
*
*
*

Fields marked with an asterisk (*) are required.