Registrati
ON. IRENE PIVETTI PDF Stampa E-mail

Premio Internazionale BonifacioVIII

VI Edizione 2008

BIOGRAFIA:
DPSCamera_0115
Nasce a Milano, 4 aprile 1963, è una conduttrice televisiva, giornalista e politica italiana. Ha militato nella Lega Nord ed è stata eletta deputato, quindi Presidente della Camera nel 1994. Successivamente è passata all'UDEUR, per poi uscire dalla scena politica. È sorella dell'attrice e doppiatrice Veronica Pivetti e nipote del linguista Aldo Gabrielli (nonno materno). Dopo la maturità scientifica si è Laureata con lode in lettere (indirizzo moderno, settore filologico-letterario) all'Università Cattolica del Sacro Cuore. Subito dopo la laurea inizialmente ha lavorato come giornalista e consulente editoriale. Direttore di periodici politici ed opinionista de L'Indipendente, dal 1990 al 1994 è stata responsabile della consulta cattolica della Lega Lombarda, poi divenuta Lega Nord. Nel 1992 e 1994 è stata eletta deputato nella lista del Carroccio. Bossi consiglia a Berlusconi di far eleggere Irene Pivetti come presidente di Montecitorio e il 16 aprile 1994, al quarto scrutinio, è stata eletta Presidente della Camera dei Deputati: a 31 anni è la più giovane presidente della Camera della storia italiana. Ottenne 347 voti (38 più del quorum) da parte dei deputati di Forza Italia, Movimento Sociale Italiano, Lega Nord, Centro Cristiano Democratico e Lista Marco Pannella. In seguito alla sua elezione a Presidente della Camera scoppiarono moltissime polemiche, cui la giovane neodeputata risponde con fermezza, proponendo una serie di querele contro i vari giornali tramite l'avv. Romolo Reboa.

Alle elezioni del 1996 è rieletta come deputato della Lega Nord ma il 12 settembre 1996 è espulsa dalla Lega Nord per la sua opposizione alla linea della secessione padana e il 22 ottobre fonda il movimento "Italia Federale" che nel 1998 confluirà prima in Rinnovamento Italiano e poi nell'UDEUR (4 marzo 1999), partito del quale la Pivetti sarà presidente dal 23 maggio 1999. Poco prima il movimento si era federato con il CCD in occasione delle elezioni amministrative di Roma dell'autunno 1997. Il 27 marzo 1997, il giorno precedente la collisione fra la corvetta italiana Sibilla e l'imbarcazione albanese Kater I Rades, il cui affondamento causò la morte di 108 cittadini albanesi che tentavano di raggiungere l'Italia, Irene Pivetti lanciò la proposta di "buttare in mare" i migranti irregolari.Negli anni seguenti è stata collaboratrice delle testate Il Messaggero (1996-1997), Libero (2000) e Il Campanile nuovo (2000-2002). Dopo l'abbandono dell'attività istituzionale ha presentato su La7 il programma Fa' la cosa giusta. Successivamente ha condotto alcune trasmissioni sulle reti Mediaset (Bisturi e Giallo 1), per poi collaborare nel 2005 al programma di Maurizio Costanzo Buona Domenica e di nuovo assumere il ruolo di conduttrice nella trasmissione d'attualità Liberitutti. Sulla falsariga di Report, ha condotto su Retequattro il programma d'inchiesta Tempi moderni nella stagione televisiva 2006-2007. Nel 2007-2008 partecipa nelle vesti di concorrente al talent show di Rai Uno Ballando con le stelle. Dal 2006 è giornalista professionista.

 

Condividi
 

Vita Accademica

IL MINISTERO PAPALE DEL VESCOVO DI ROMA, DAL PUNTO DI VISTA ECUMENICO Lectio Magistralis del Card. Kurt Koch, all'Accademia Bonifaciana in occasione dell'Aperura dell'Anno Accademico 2016-17 e del Conferimento del Premio Internazionale Bonifacio VIII

Eminenze ed Eccellenze Reverendissime, Venerato Rettore Presidente dell’Accademia Bonifaciana Comm. Dott. Sante De Angelis, Venerato Presidente del Comitato Scientifico, Sua Eccellenza Franco Croci, Autorità Religiose, Civili e Militari, Signori Accademici, Sorelle e fratelli nel Signore, Vi ringrazio di cuore per il grande onore accordatomi con il conferimento del Premio Internazionale Bonifacio VIII. Sono lieto di essere qui ad Anagni, dove il Palazzo dei Papi ci ricorda il tempo in cui i pontefici risiedevano in questa città. Qua, nel 1235, nacque Benedetto Caetani, che diventerà Papa Bonifacio VIII, e sempre qua avvenne contro il Papa il famoso “attentato di Anagni”, che fu all’origine del trasferimento della residenza papale ad Avignone. Per quanto Papa Bonifacio VIII abbia vissuto nel periodo di passaggio tra l’alto Medioevo ed il tardo Medioevo e, dunque, in un mondo ben diverso dal nostro, esistono alcuni parallelismi con la situazione odierna

Condividi
Leggi tutto...
un_lasapienza_roma

universitacassino_fr

150 anni unita_italia

stato maggiore difesa_italiana

stato maggiore della difesa

ordinariato Militare_Italia

ordine_costantiniano

unifil

operaPadrePio

 

istituto

la Nostra Sede

L'Accademia Bonifaciana, ha sede presso il palazzo di Bonifacio VIII di Anagni, da tre secoli custodito dalle Suore Cistercensi della Carità, venne edificato nel XII secolo e in origine appartenne alla famiglia dei Conti. Fu abitato da Papa Gregorio IX (Ugolino Conti) che il pri­mo settembre 1230 vi ospitò Federico II...  Leggi articolo

Copyright © 2017. www.accademiabonifaciana.eu. Designed by A. Raggi

Box

Registrati

*
*
*
*
*

Fields marked with an asterisk (*) are required.