Registrati
Premio Bonifacio 2010, un successo annunciato!

inaugurale-bon-5Cardinali, arcivescovi, vescovi, ambasciatori, politici e magistrati, hanno chiuso in bellezza l’ottava edizione del Premio Bonifacio VIII nazionale ed internazionale, anch’essa contraddistinta dall’alto livello culturale e sociale, che ormai dal 2003, evidenzia l’evento dell’anno dell’Accademia Bonifaciana. Ospiti ed insigniti d’eccezione, quindi, che si sono alternati a ritirare la nota scultura del maestro Egidio Ambrosetti, che raffigura solennemente il profilo del papa anagnino, ideatore del primo anno santo della storia della cristianità.

I Cardinali Francesco Marchisano (già Vicario di Sua Santità per la Città del Vaticano e Presidente emerito della Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa), Walter Brundmuller (già Presidente del Pontificio Comitato di Scienze Storiche, fresco di porpora cardinalizia e la cerimonia della Bonifaciana è stata la prima uscita fuori Roma), gli Arcivescovi:  l’ Ordinario Militare per l’Italia Vincenzo Pelvi e il Gran Priore dell’Ordine del Santo Sepolcro di Gerusalemme Franco Croci, il Vescovo di Locri-Gerace Giuseppe Fiorini Morosini, accolti dal Vescovo diocesano monsignor Lorenzo Loppa, ed ancora gli Ambasciatori del Kosovo e dell’Austria in Italia Albert Prenkaj e Christian  Berlakovits, il Deputato Questore della Camera dei Deputati Antonio Mazzocchi, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Valotto, il Procuratore aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria Nicola Gratteri, il Consigliere della Presidenza del Consiglio dei Ministri Ilva Sapora ed il Ministro della Difesa della Repubblica di Albania Arben Imami, solo alcuni nomi per sottolineare il grande parterre di Autorità Civili, Religiose e Militari, che hanno accolto l’invito del Presidente dell’Accademia Bonifaciana Sante De Angelis, degli Enti Patrocinatori e del Comitato Scientifico a presenziare a quest’evento, giunto all’ottava edizione.
Un’edizione ricca di iniziative e di gemellaggi d’intesa culturale e sociale con altri Enti (con la Fondazione Papa Clemente XI Albani con sede in Tirana presieduta dall’ex Ambasciatore di Albania presso la Santa Sede Zef Bushati, con l’Università Popolare dell’Associazione Nazionale Amici della Stampa, con l’Accademia Musicale Licinio Refice) ed ha preso il via ufficialmente lo scorso 12 novembre, quando ad Anagni, nella Sala della Ragione, il Cardinale Dario Castrillon Hoyos, relazionava ad un Convegno “I principi e il senso cristiano della vita nella società e nella gioventù d’oggi”. La presenza  della Città di Anagni, attraverso il Gonfalone, esposto nella Sala della Ragione, così come l’esibizione della Banda dell’Esercito Italiano con il picchettamento dei Granatieri di Sardegna e dei Lancieri di Montebello, ha solennizzato in modo particolare la serata di chiusura  “di grande ed alto spessore culturale ed istituzionale”, come ha voluto ribadire nel suo saluto, l’assessore alla Cultura della Provincia di Frosinone Antonio Abbate.
“Il nostro è stato fin dalla sua prima edizione, un premio dato davvero a chi se lo merita  - ha detto tra l’altro il Presidente De Angelis, nel suo saluto - non facciamo parte di quelle Associazioni o pseudo Accademie che si fanno pagare per dare riconoscimenti, certo, essendo la Bonifaciana una Onlus, sono ben accetti dei contributi volontari da tutti e ciascuno, per sostenere le numerosissime spese, considerato che le Istituzioni locali, fanno orecchie da mercante, e qui il mio ringraziamento a coloro che in qualsiasi modo e forma, hanno contribuito anche con la sola presenza volontaria, affinché questo evento oggi si potesse realizzare.  Ci sono tante persone in questo mondo che fanno del bene agli altri: quante mamme, quanti papà, quante nonne, quanti bravi ragazzi e ragazze, uomini e donne che si adoperano per il bene comune, per i bambini, per i diversamente abili, per gli anziani, quanti sacerdoti e vescovi santi, quanti militari ed operatori di pace che fanno il loro dovere nel nascondimento, dietro una scrivania o in mezzo ad una strada in patria e fuori, rimettendoci a volte la vita, quanti propagatori di cultura e di arte, di magistrati o di politici di ogni ordine e grado che fanno della politica come la definì Paolo VI “la più alta forma della carità”? Credetemi – ha continuato -  è più alto nel mondo il numero delle persone che fanno del bene, ma la cosa giustamente fa meno notizia non è uno scoop, e quindi siamo invasi per lo più da notizie nefaste e da grido: figli che uccidono i genitori e viceversa, preti pedofili, ragazzi che si drogano e che delinquono, politici corrotti e così via. L´Accademia Bonifaciana, quindi, pur tra le difficoltà che incontrano le attività culturali nel panorama odierno, persegue costantemente l´idea che attraverso l´arte e la cultura il sentimento estetico si trasformi in coscienza etica ed in definitiva che il promuovere la cultura, nelle sue forme più alte e riconosciute, si trasformi sempre in un contributo alla crescita civile”. Gli insigniti della serata di chiusura, presentata con professionalità, come in quella di apertura dal professor Gaetano D’Onofrio, sono stati davvero, come già accennato, di alto livello istituzionale e sociale che hanno onorato, non solo la Bonifaciana,  ma la Città di Anagni e l’intera Ciociaria. Basti pensare alla presenza del Ministro della Difesa della Repubblica di Albania On. Arben Imami, che nonostante la sua Nazione abbia ancora seri problemi a causa dei recenti nubifragi, non è voluto mancare all’appuntamento, come a quella del Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Valotto, Capo di Stato Maggiore dell’Esercito “del nostro Esercito – come ha detto De Angelis -  istituzione questa molto amata e ben voluta dal popolo italiano e che nel 2011, insieme alla nostra Patria, spegnerà 150 candeline”.
Non è voluto mancare, neanche  il Dottor Nicola Gratteri, Procuratore della Repubblica aggiunto presso il Tribunale di Reggio Calabria, originario di Gerace, “degnissimo collega – come ha dichiarato il Presidente nel saluto - di Falcone e di Borsellino. Attualmente, uno dei magistrati più conosciuti della Direzione Distrettuale Antimafia. Impegnato in prima linea contro la 'Ndrangheta, la criminalità organizzata calabrese, vive sotto scorta dall'aprile del 1989, ma il consenso che sente attorno a lui rafforza il suo senso di responsabilità e lo spinge a non mollare mai”. Del resto come lo stesso Gratteri, prima di ritirare il Bonifacio VIII ha detto: “Da ragazzo  volevo fare il magistrato per mettermi al servizio della collettività. Ho dato tutto me stesso, nei limiti delle mie capacità e possibilità”. Significativa anche la premiazione del notissimo teologo e mariologo padre Stefano De Fiores, al Santuario della Madonna di Polsi del comune di San Luca nella locride, ritirato dal Rettore dello stesso don Giuseppe Strangio, così come per il sociale al direttore generale e legale rappresentante della Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, il professor Domenico Francesco Crupi.
inaugurale_26Tra gli interventi, ricordiamo un passo del Cardinale Marchisano, che tra l’altro ha detto: “Caro Presidente, la tua intuizione e la tua determinazione ad andare avanti con i tuoi collaboratori e sostenitori, possiamo dire è stata quasi profetica, perché le continue adesioni alla Vostra missione, prestigiosissime come quelle che oggi andiamo a celebrare, i patrocini che annualmente enti nazionali ed internazionali vi concedono, compreso quello della Sede Apostolica, ci convincono della bontà di una tale visione e mi spinge ad incitare tutti Voi a continuare in tale direzione nonostante, penso le difficoltà che si possono incontrare nel corso del vostro cammino ed invito le Istituzioni presenti – ha rimarcato Sua Eminenza - specialmente quelle locali ad esservi vicino sempre in modo più concreto, perché grazie a questo evento, Anagni, si propone come centro di Pace e si riscopre città animata dalla voglia di rappresentare con orgoglio la propria storia, forte di un presente ricco di significato culturale.  Cari accademici, è davvero un grande servizio quello che fate – ha concluso il grande Porporato - perché da quello che ho appreso e visionato, tutte le nostre iniziative sono fondate sul rispetto dei valori della considerazione della persona umana e dei suoi diritti fondamentali”. Senza, dimenticare, una breve citazione dell’Arcivescovo Croci: “Sono convinto che la Bonifaciana possa essere un’eccellente interprete dell’esortazione che fece nel 2003 Papa Wojtyla a far si che questo Premio diventi il segno di una vera cultura della Pace”. A queste premiazioni “internazionali”, nell’ambito delle due cerimonie svolte, si sono aggiunte, quelle di carattere “nazionale”:  la prof.ssa Sandra Sfodera, l’Associazione Nazionale Culturale Amici della Stampa con il Presidente Gianluca Cardillo, il Col. Francesco Bindi, la Dott.ssa Cristina Siccardi, il Ten. Col. Ascanio Silvestri, il Ten. Col. Raffaele Ferrillo, il Ten. Col. Claudio De Felici, il Col. Giovanni Cantice, il Maestro Giuseppe Ganzerli, il Ten. Col. Renato de Marco,  il Col. Francesco Mastrorosa, il Prof. Dott. Ludovico Quattrocchi, il Sig. Salvatore Longo,  il Sig. Alfredo Cappuccio, il Dott. Giorgio Marcelli, il Dott. Antonino Lazzarino  de Lorenzo, il Col. Dott. Pasquale Angelosanto,  il Col. Nicola Mallardi, il Col. Salvatore Mastrangelo, il Cap. Dott. Francesco Torroni, la Dott.ssa Antonella Colonna Vilasi e l’Ing. Dott. Tonino Severini.
bonif_dic_2Presenti, inoltre, tra la cerimonia inaugurale e quella di chiusura diversi membri del Comitato Scientifico: il presidente vicario Col. Erminio Corbo, il vice presidente dottor Riccardo Giachin, il direttore artistico maestro Cesare Marinacci, il segretario Mauro Camicia, il responsabile dell’Immagine dottor Paolo Maggi, il segretario vicario Luca Dell’Uomo, il cerimoniere Cristian Giorgi; alcuni membri: i generali di Corpo d’Armata Rocco Panunzi e Gianni Marizza, il prof. Fabrizio Luciolli, il Col. Gerardo Restaino, il Col. Mauro Fioravanti, il Col. Tommaso Petroni, il maestro Egidio Ambrosetti, l’Avv. Pier Ludovico Passa, suor Eugenia Pavanetto, il prof. Gaetano D’Onofrio, il prof. Rocco Galasso e il prof. Enrico Fanciulli, nonché diversi delegati regionali e di settore, nominati recentemente dal Consiglio Direttivo.

Visita la Fotogallery

Condividi
 

News

IL PRESIDENTE DELLA CORTE COSTITUZIONALE GIORGIO LATTANZI AD ANAGNI PER RICEVERE IL PREMIO INTERNAZIONALE BONIFACIO VIII

“Ritornando dopo parecchi anni ad Anagni, l’ho trovata sempre più bella ed interessante per i ricordi di Bonifacio VIII e poi naturalmente per i suoi monumenti… Inutile dire che ritornerò presto!”. Così, il Presidente della Corte Costituzionale Giorgio Lattanzi, lasciò scritto nell’albo d’oro dei visitatori della Accademia Bonifaciana di Anagni, lo scorso 14 settembre, quando, in forma privata, accolto dal Rettore Presidente Sante De Angelis, visitò la sede in Via Leone XIII, la Basilica Cattedrale e il Palazzo Papale.

Condividi
Leggi tutto...
Comitato Scientifico 

Presidente
Cav. Dott. Sante De Angelis

Presidente Onorario
S. E. Mons. Lorenzo Loppa

Presidente Onorario del Comitato Scientifico
S. Em. Card. Josè Saraiva Martins

Presidente Onorario del Comitato Scientifico
S. Em. Card. Paul Poupard

Presidente Emerito del Comitato Scientifico
S.Em. Card. Elio Sgreccia

Presidente Emerito del Comitato Scientifico
S. E. Mons Edward Nowak

Presidente del Comitato Scientifico
S. E. Re.ma Mons. Franco Croci


Presidente della Giuria
Cons. Dott.ssa Ilva Sapora

Presidente Vicario del Comitato Scientifico
Gen.C.A. Dott. Rocco Panunzi

Vice Presidente del Comitato Scientifico
Dott. Riccardo Giachin

Vice Presidente del Comitato
Scientifico
Dott. Paolo Patrizi

Direttore Artistico
Maestro Prof. Dott. Cesare Marinacci

Segretario dell'Accademia e del Premio
Sig. Mauro Camicia

 Consulente Morale
Mons. Sergio Maurizio Soldini

Consulente Ecclesiastico
Mons. Valentino Miserachs Grau

Responsabile Relazioni Esterne
S. E. Dott. Cesare Castelli

Responsabile dell'Immagine
Dott. Paolo Maggi

Segretario Vicario del Premio
Dott. Luca Dell'Uomo

Segretario aggiunto del Premio
Sig. Matteo Ambrosetti

un_lasapienza_roma

universitacassino_fr

150 anni unita_italia

stato maggiore difesa_italiana

stato maggiore della difesa

ordinariato Militare_Italia

ordine_costantiniano

unifil

operaPadrePio

 

istituto

la Nostra Sede

L'Accademia Bonifaciana, ha sede presso il palazzo di Bonifacio VIII di Anagni, da tre secoli custodito dalle Suore Cistercensi della Carità, venne edificato nel XII secolo e in origine appartenne alla famiglia dei Conti. Fu abitato da Papa Gregorio IX (Ugolino Conti) che il pri­mo settembre 1230 vi ospitò Federico II...  Leggi articolo

Copyright © 2020. www.accademiabonifaciana.eu. Designed by A. Raggi

Box

Registrati

*
*
*
*
*

Fields marked with an asterisk (*) are required.