Registrati
Mons. Croci: "Al termine di un decennio di attività l’Accademia Bonifaciana appare istituzione affermata ed apprezzata"

DSC_6855

 

Grande successo per la cerimonia di chiusura del decennale di fondazione dell’Accademia Bonifaciana e dell’inaugurazione della nuova sede di Cancelleria e di Rappresentanza della stessa istituzione, nonché dell’ XI edizione del rinomato premio "Bonifacio VIII", che si è svolto nei giorni scorsi, nella splendida cornice della Sala della Ragione del Comune di Anagni. Nella città dei Papi, a ritirare la scultura bronzea del Maestro Egidio Ambrosetti,  c'era il gotha fra le più importanti autorità religiose tra cui ricordiamo il Cardinale Paolo Sardi, Patrono del Sovrano Militare Ordine di Malta; gli Arcivescovi Guido Pozzo, Segretario della Pontificia Commissione “Ecclesia Dei” e Luigi Travaglino, Nunzio Apostolico del Principato di Monaco e Osservatore Permanente della Santa Sede presso la Fao; oltre a un nutrito gruppo di Diplomatici, accreditati presso la Repubblica Italiana e la Santa Sede: gli Ambasciatori del Kosovo Bukurie Gionbalaj, del Corea Thomas Hong-Soon Han, del Regno di Thailandia Surapit Kirtiputra e del Paraguay Esteban Kriskovich. Fra i rappresentanti istituzionali italiani erano presenti anche l'ex Governatore della Banca d'Italia Antonio Fazio, il Consigliere Diplomatico del Presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta, l’Ambasciatore Armando Varricchio, di ritorno dalla visita alla Casa Bianca e l’Onorevole Souad Sbai, impegnata per i diritti delle donne arabe nel contesto dell’immigrazione in Italia. Non sono mancati poi alcuni dei massimi rappresentanti di forze dell'ordine come il contrammiraglio Pasquale Guerra, Comandante della Brigata San Marco di Brindisi ed il Generale di Divisione Carmine Lopez, comandante della Guardia di Finanza della Regione Lazio. In rappresentanza delle forze civili e militari locali, oltre al vice sindaco di Anagni Daniele Natalia, il Comandante del Presidio Militare di Frosinone e del 72° Stormo Aeronautica Militare Col. Leonardo Barone, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Col. Roberto Piccinini, il Consigliere Regionale On. Marino Fardelli, in sala per ritirare il riconoscimento alla memoria di suo zio omonimo, perito in un agguato di mafia a Palermo nel 1963, ed il presidente della Banca Popolare del Frusinate Rinaldo Scaccia. Una vera standing ovation l'ha ricevuta il contrammiraglio Guerra il quale ha voluto dedicare il riconoscimento ricevuto ai due fucilieri, Massimiliano La Torre e Salvatore Girone, ingiustamente detenuti in India. Quest'ultima edizione del premio ha chiuso il decennale della fondazione dell’ Accademica Bonifaciana, istituita ad Anagni nel 2003 per volere del suo attuale presidente, Cavalier Sante De Angelis, che con l’occasione ha pure predisposto l’inaugurazione e la benedizione della nuova sede di Cancelleria e di Rappresentanza, proprio nelle adiacenze della sede legale, il Palazzo Bonifacio VIII. A tagliare il nastro e a scoprire la bellissima targa bronzea opera dell’artista originaria di Montelanico (Roma) Martina Paolozzi – autrice anche della medaglia del decennale – è stato il cardinale Paolo Sardi, mentre ad impartire la benedizione ai locali Monsignor Franco Croci, Presidente del Comitato Scientifico. Suggestiva è stata la deposizione della corona d’alloro al monumento in piazza Cavour, in memoria dei caduti per la pace, da parte del Presidente De Angelis e del Vice Sindaco Natalia, con le note della Fanfara dell’Associazione Nazionale Bersaglieri di Valmontone, che ha reso anche gli onori iniziali ed ha sostituito in modo decoroso la Fanfara dei Carabineri a cavallo impegnata all’ultimo momento a Roma per lo stato di allerta venutosi a creare con la manifestazione dei “Notav”. Applauditi anche gli interventi canori dell’ospite della serata il noto baritono calabrese Domenico Vincenzo Nizzardo e la ceramista Antonietta D’Amico di Salerno per alcuni doni creati per l’occasione del decennale, così come il maestro Giuseppe Morano per l’esposizione in sala del grande ritratto di Papa Francesco. La Bonifaciana, ricordiamo, è una Onlus nata in occasione del 700° anniversario della morte di Papa Bonifacio VIII, insieme con la prima edizione del premio, il cui primo esemplare andò al Beato Giovanni Paolo II.  Molto elogiate e sentite le relazioni inerenti le rievocazioni del Cajetani, da parte di Pozzo, Travaglino e Sardi. A moderare come sempre da dieci anni a questa parte, il professor Gaetano D’Onofrio, coadiuvato nell’organizzazione della serata dagli accademici Mauro Camicia, Paolo Patrizi, Cristian Giorgi, Matteo Ambrosetti, Simone Pro e Pietro Pertinini. Monsignor Franco Croci, invece nel suo intervento, ha voluto rimarcare, che l’Accademia “pur tra difficoltà ed ostacoli di vario genere è riuscita nella realizzazione di progetti umanitari di rilevanza internazionale, nella promozione di attività culturali, di convegni e seminari di studi su diversi argomenti e tematiche onorandosi di ospitare, quali relatori illustri personalità del mondo accademico, ecclesiastico, politico e militare che hanno fornito un immane patrimonio  di contributi e riflessioni su argomenti di interesse universale che stanno a dar vita ad un ricchissimo volume per le celebrazioni del decennale”. E l’alto prelato ha concluso: “Al termine di un decennio di attività l’Accademia Bonifaciana dunque appare istituzione affermata ed apprezzata, diffusa sul territorio grazie ad una crescente rete di delegazioni nazionali ed internazionali che si occupa nodi promuovere gli ideali di fondazione che si riassumono nel concetto di Cultura della Pace”. In occasione del decennale di fondazione è stata conferita alla Accademia Bonifaciana, dal Gran Magistero del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio la Medaglia d'Oro di Benemerenza, rappresentato per l'occasione dal Commendatore Arturo Cannavacciuolo, che ha decorato il Gonfalone dell'Istituzione anagnina, con la massima decorazione prevista ed ha letto la motivazione, per cui è stata conferita la medaglia d’oro: “Per le attività intraprese dai membri di questa Accademia atte a promuovere nello spirito del volontariato, la solidarietà umana e cristiana con iniziative socio-caritative, particolarmente rivolte agli ammalati, ai bisognosi, agli immigrati e ai carcerati , iniziative di carattere educativo e culturale, che hanno coinvolto non solo le Comunità religiose, ma la cittadinanza tutta”.

 

Foto di Daniele Arduini
Condividi
 

Foto Gallery

News

IL PRESIDENTE DELLA CORTE COSTITUZIONALE GIORGIO LATTANZI AD ANAGNI PER RICEVERE IL PREMIO INTERNAZIONALE BONIFACIO VIII

“Ritornando dopo parecchi anni ad Anagni, l’ho trovata sempre più bella ed interessante per i ricordi di Bonifacio VIII e poi naturalmente per i suoi monumenti… Inutile dire che ritornerò presto!”. Così, il Presidente della Corte Costituzionale Giorgio Lattanzi, lasciò scritto nell’albo d’oro dei visitatori della Accademia Bonifaciana di Anagni, lo scorso 14 settembre, quando, in forma privata, accolto dal Rettore Presidente Sante De Angelis, visitò la sede in Via Leone XIII, la Basilica Cattedrale e il Palazzo Papale.

Condividi
Leggi tutto...
un_lasapienza_roma

universitacassino_fr

150 anni unita_italia

stato maggiore difesa_italiana

stato maggiore della difesa

ordinariato Militare_Italia

ordine_costantiniano

unifil

operaPadrePio

 

istituto

la Nostra Sede

L'Accademia Bonifaciana, ha sede presso il palazzo di Bonifacio VIII di Anagni, da tre secoli custodito dalle Suore Cistercensi della Carità, venne edificato nel XII secolo e in origine appartenne alla famiglia dei Conti. Fu abitato da Papa Gregorio IX (Ugolino Conti) che il pri­mo settembre 1230 vi ospitò Federico II...  Leggi articolo

Copyright © 2020. www.accademiabonifaciana.eu. Designed by A. Raggi

Box

Registrati

*
*
*
*
*

Fields marked with an asterisk (*) are required.