Registrati
Il Presidente della Bonifaciana, Cav. De Angelis: “Salvaguardare la famiglia fondata sul matrimonio”
famiglia-1

In una nota, l' Accademia Bonifaciana esprime il proprio sostegno al Family Day e a tutte le iniziative in favore della famiglia. Anche l' Accademia Bonifaciana esprime il suo appoggio e incoraggiamento al Family Day del prossimo 30 gennaio, al Circo Massimo, e a “tutte quelle iniziative che intendono offrire un contributo sereno e costruttivo al bene comune del nostro Paese”.

 

In un comunicato, diffuso a mezzo stampa, il Cavaliere De Angelis, si dice “consapevole della necessità e dell’urgenza di mantenere oggi viva e ben presente – nelle vicende quotidiane e nel dibattito pubblico – la coscienza che la famiglia è indispensabile cellula vitale per la nostra società contemporanea”. La stessa Costituzione italiana – ricorda il Rettore Presidente De Angelis – “attesta la specificità e la rilevanza unica della famiglia – come “società naturale fondata sul matrimonio” (art. 29). Questo principio dovrebbe moltiplicare l’impegno e le azioni di tutti – in politica, cultura ed economia, nel mondo del lavoro, dell’educazione e della scuola ecc. – per far sì che la famiglia sia concretamente e maggiormente tutelata e sostenuta nei diversi ambiti di vita civile e istituzionale”. Ben vengano dunque tutte le iniziative in favore della famiglia, “non con atteggiamenti polemici o volontà conflittuali – precisano i presuli ma con il desiderio di aiutare tutti a riflettere sulla portata dei valori in gioco”. Nel testo, l' Accademia Bonifaciana evidenzia inoltre “che – anche nei dibattiti attuali – vada salvaguardata, in modo netto e deciso, la famiglia fondata sul matrimonio e intesa come unione stabile, fedele e aperta alla vita tra un uomo e una donna”. “Altre forme di legami affettivi tra persone – anche omosessuali – sono per loro natura diverse e vanno, quindi, considerate diversamente dal rapporto d’amore tra un uomo e una donna che – nel matrimonio – creano famiglia e vivono un impegno stabile e disponibile alla procreazione”. “A chi vive altri legami affettivi vanno riconosciuti i diritti individuali della persona. Ma altra cosa sono i diritti propri dell’istituto matrimoniale”. Di qui l’auspicio che, “come avviene in una società democratica, una sapiente e chiara regolamentazione dei diritti e dei doveri sia perseguita e realizzata all’interno di un dialogo franco, leale e senza pregiudizi di sorta”. “In questa materia non sono possibili compromessi al ribasso – afferma il Presidente del Comitato Scientifico Mons. Franco Croci – si tratta, piuttosto, di fare riferimento alla legge morale naturale”. Quindi “il sostegno e la gratitudine nei confronti di tutti coloro che si adoperano fattivamente affinché la famiglia continui ad essere e possa svilupparsi sempre più come lievito e fermento di bene comune per tutta la società italiana”.

family_day_2015

Condividi
 

Foto Gallery

News

XII Corteo. Bulla a Cerchio (AQ)


Nel Comune marsicano di Cerchio, in provincia di L’Aquila, si è svolto nei giorni scorsi, il XII Corteo Storico che ha rievocato la “Bulla Indulgentiarum” di Bonifacio VIII (1300). Sono stati presenti all’evento – organizzata con precisione dall’Amministrazione Comunale cerchiese – i due Vice Presidenti del Consiglio della Regione Abruzzo,  il Presidente della Provincia aquilana Stefania Pezzopane, il Vicario Generale della Diocesi dei Marsi mons. Domenico Ramelli ed oltre trenta delegazioni di Comuni con rispettivi Gonfaloni. Tra gli interventi previsti ed attesi, quello del Presidente dell’Accademia Bonifaciana di Anagni Cav. Sante De Angelis, che ha partecipato all’evento, insieme al Gonfalone della Città dei Papi, con la Polizia Municipale ed il Vice Commissario Prefettizio dr Marcello Zottola.
Condividi
Leggi tutto...
un_lasapienza_roma

universitacassino_fr

150 anni unita_italia

stato maggiore difesa_italiana

stato maggiore della difesa

ordinariato Militare_Italia

ordine_costantiniano

unifil

operaPadrePio

 

istituto

la Nostra Sede

L'Accademia Bonifaciana, ha sede presso il palazzo di Bonifacio VIII di Anagni, da tre secoli custodito dalle Suore Cistercensi della Carità, venne edificato nel XII secolo e in origine appartenne alla famiglia dei Conti. Fu abitato da Papa Gregorio IX (Ugolino Conti) che il pri­mo settembre 1230 vi ospitò Federico II...  Leggi articolo

Copyright © 2017. www.accademiabonifaciana.eu. Designed by A. Raggi

Box

Registrati

*
*
*
*
*

Fields marked with an asterisk (*) are required.