Registrati
IL GRUPPO VERTENZA FRUSINATE DISOCCUPATI UNITI, HA SCELTO LA SEDE DELL’ACCADEMIA BONIFACIANA, PER FIRMARE LE LETTERE DA INVIARE AI PRESIDENTI MATTARELLA, GENTILONI E TAJANI. PDF Stampa E-mail

disoIl Gruppo Vertenza Frusinate Disoccupati Uniti, hanno scelto la sede dell’Accademia Bonifaciana di Anagni, per stilare e firmare le lettere da inviare al Presidente della Repubblica On. Dott. Sergio Mattarella, al Presidente del Consiglio dei Ministri On. Dott. Paolo Gentiloni e al Presidente del Parlamento Europeo On. Antonio Tajani.

Motivo della lettera alle tre Istituzioni, una richiesta di udienza e la vicinanza Istituzionale per poter esporre in modo diretto tutte le preoccupazioni che assillano quasi 2000 famiglie rimaste senza posto di lavoro. E così i rappresentanti del Gruppo nelle persone di Virginio Gino Rossi, Tiziano Ziroli, Mauro Proietti, Massimo Brillanti, Augusto Cori, Luigi Carlini ed Emiliano Fabbrizi hanno deciso di prendere carta e penna, esausti delle promesse ballerine avute delle Autorità regionali e provinciali e scrivere alle massime rappresentanze nazionali ed europee. “Noi sottoscritti a nome del “Gruppo Vertenza Frusinate Disoccupati Uniti” che raggruppa il Comitato degli Operai dell’ex Videocon, Marangoni e Marazzi di Anagni, l’Ilva di Patrica e di tutti coloro che hanno perso il lavoro in ambito del territorio della Provincia di Frosinone – si legge nella lettera inviata al Capo dello Stato - chiediamo nel limite delle possibilità un udienza per esporLe tutte le nostre preoccupazioni e proposte, presso il Palazzo del Quirinale, conoscendo la Sua ben nota vicinanza al mondo della disoccupazione e fortificati dalle Sue parole pronunciate il 28 ottobre 2015: "I dati sulla ripresa economica fanno sperare che la crisi è alle nostre spalle, ora dobbiamo aggredire la disoccupazione". Già il 24 febbraio 2016, fummo ricevuti da Sua Santità, essere menzionati e salutati nel corso dell’Udienza in Vaticano ed un nostro rappresentante esternò al Santo Padre direttamente le nostre preoccupazioni e speranze, considerato il pensiero e la vicinanza che Papa Francesco, nutre per noi Operai – ormai ex – per il mondo del lavoro e del sociale.
La Sua parola è stata di sprono a chi ha il potere di risollevare le nostre sorti per poter portare dignitosamente avanti le nostre famiglie, nel rispetto dei diritti di tutti. Per questo ci auspichiamo, che anche Lei Signor Presidente della Repubblica – concludono i disoccupati - abbia per noi una parola buona ed un atto di concretezza nel riceverci presso il Quirinale. Per noi rappresenterebbe senza ombra di dubbio un segno di affetto e di stima indissolubile verso la figura del Capo dello Stato “che rappresenta la nostra bella Patria, a tutela della vita, in difesa della dignità dell’uomo; a salvaguardia della libertà e fecondo di bene per l’intero Popolo italiano…”. In attesa di avere notizie in merito, Le inviamo i migliori e calorosi saluti”. Una simile richiesta inviata anche al Presidente del Consiglio Gentiloni e al Presidente del Parlamento Europeo Tajani.
“L’Accademia Bonifaciana, che rappresento in qualità di Rettore Presidente, si è fatta senza ombra di dubbio portavoce del Gruppo Vertenza Frusinate Disoccupati Uniti – ha dichiarato il Comm. Dott. Sante De Angelis – la nostra struttura si è messa subito a disposizione affinché questo vivo desiderio di poter far recapitare le missive a Mattarella, Gentiloni e Tajani diventasse realtà, insieme alla speranza di un’udienza particolare e soprattutto alla vicinanza istituzionale.
Essendo anche il sottoscritto, figlio di un operaio della stessa realtà industriale, è stato per me una grande gioia dare degli imput al Comitato e stilare insieme la missiva, che a nome e per conto dello stesso ho inoltrato alle nostre tre Istituzioni, così come accadde il 24 febbraio 2016, quando il Comitato fu ricevuto dal Santo Padre Francesco in Vaticano”.
Condividi
 

Foto Gallery

News

XII Corteo. Bulla a Cerchio (AQ)


Nel Comune marsicano di Cerchio, in provincia di L’Aquila, si è svolto nei giorni scorsi, il XII Corteo Storico che ha rievocato la “Bulla Indulgentiarum” di Bonifacio VIII (1300). Sono stati presenti all’evento – organizzata con precisione dall’Amministrazione Comunale cerchiese – i due Vice Presidenti del Consiglio della Regione Abruzzo,  il Presidente della Provincia aquilana Stefania Pezzopane, il Vicario Generale della Diocesi dei Marsi mons. Domenico Ramelli ed oltre trenta delegazioni di Comuni con rispettivi Gonfaloni. Tra gli interventi previsti ed attesi, quello del Presidente dell’Accademia Bonifaciana di Anagni Cav. Sante De Angelis, che ha partecipato all’evento, insieme al Gonfalone della Città dei Papi, con la Polizia Municipale ed il Vice Commissario Prefettizio dr Marcello Zottola.
Condividi
Leggi tutto...
un_lasapienza_roma

universitacassino_fr

150 anni unita_italia

stato maggiore difesa_italiana

stato maggiore della difesa

ordinariato Militare_Italia

ordine_costantiniano

unifil

operaPadrePio

 

istituto

la Nostra Sede

L'Accademia Bonifaciana, ha sede presso il palazzo di Bonifacio VIII di Anagni, da tre secoli custodito dalle Suore Cistercensi della Carità, venne edificato nel XII secolo e in origine appartenne alla famiglia dei Conti. Fu abitato da Papa Gregorio IX (Ugolino Conti) che il pri­mo settembre 1230 vi ospitò Federico II...  Leggi articolo

Copyright © 2018. www.accademiabonifaciana.eu. Designed by A. Raggi

Box

Registrati

*
*
*
*
*

Fields marked with an asterisk (*) are required.